NON VI CREDO

 

Non vi credo che siete felici nelle vostre foto.
La felicità la senti dentro e pensi di farti male da quanto è potente.
La felicità vuoi tenerla nascosta perché è troppo grande e hai paura che te la portino via.

Miriam Messina22815088_1235358019897296_5973707470676409308_n

Annunci

COME AVERE UN VISO LISCIO E LUMINOSO SENZA PHOTOSHOP

Come mai alcune ragazze, prima dei trent’anni, hanno già una pelle opaca, rugosa e non piacevole da guardare e altre invece sembra che vivano col photoshop  incorporato? Spesso rivedo persone a distanza di anni e restano stupite di come il mio viso risulti sempre lo stesso di quando ero una ragazzina, anzi sia addirittura migliorato, perché ai tempi della scuola soffrivo di acne. Vi svelo una volta per tutte i miei segreti, che segreti non sono, perché sono dei semplici accorgimenti, che se usati SEMPRE danno i risultati  sperati, senza utilizzo di botulino o siliconi e neanche del photoshop per “spararsi” i selfie. A proposito di acne per esempio, io non ho MAI SCHIACCIATO UN BRUFOLO, è una cosa che non va assolutamente fatta. Quando soffrivo di questo fastidioso problema, mi sono salvata mangiando lievito di birra, che fa benissimo alla pelle e ai capelli. Un’altra regola fondamentale per non far invecchiare la pelle, è DORMIRE IL PIU’ POSSIBILE, perché nulla distende i tratti e i lineamenti, come una sana dormita.   Importantissimo è anche STRUCCARSI TUTTE LE SERE E DICO TUTTE LE SERE. Mai andare a letto col trucco sul viso, è un’abitudine che fa malissimo,  in quanto si ostruiscono i pori, la pelle non respira e invecchia in maniera spaventosa. Per struccarsi non intendo una frettolosa lavata di faccia, ma una detersione attenta, con acqua micellare o altri prodotti specifici, tonico, maschere, e adesso vanno tanto di moda quelle spazzoline elettriche che puliscono la pelle in profondità. Un altro segreto che poi segreto non è, perché lo conoscono tutti, è proteggere la pelle dal sole. Sul viso utilizzare la protezione 50 e se possibile usare un cappellino o grossi occhiali, quando andate al mare, perché nulla invecchia di più la pelle che l’esposizione solare. Naturalmente anche le lampade fanno malissimo. Un’altra delle altre cause che rovinano irrimediabilmente la pelle è il FUMO. Io non ho mai fumato una sigaretta, e ci ha guadagnato non solo la mia salute e la mia pelle, ma anche il portafoglio. Sono lontani i tempi in cui una donna con una sigaretta tra le dita risultava sexy.    Le regole che vi ho elencato sono conosciute da tutti, ma messe in pratica regolarmente, vi assicureranno  una pelle tonica e liscia per molti e molti anni. L’ultimo consiglio che mi sento di darvi, che trovo sia importante quanto e forse più degli altri è: “vogliatevi bene ragazze, sorridete molto, prendete la vita alla leggera, per quanto sia possibile e cercate di fare ogni giorno qualcosa che vi piace, non tenete sempre il pensiero concentrato su brutti episodi, perché stressarsi non serve a nulla. Se un problema non può essere risolto, arrovellarsi il cervello ci farà soltanto spuntare due orribili rughe al centro della fronte e agli angoli della bocca”.

18268549_10211789952898330_5807676355798320319_n.jpg

LE DIECI REGOLE PER AVERE SUCCESSO SU FACEBOOK (anche se non serve a niente)

download

Oramai il social network inventato dal genio Mark Zuckerberg, è il più utilizzato in tutto il mondo, anche se è snobbato da molti che riescono tranquillamente a farne a meno e che si ritengono superiori. Uno dei bisogni dell’essere umano è il desiderio di conferme, che aumentano l’autostima e migliorano l’umore, e quale metodo più immediato, che postare una foto o una frase e sentirsi inondati di likes e commenti da amici e conoscenti? La domanda che spesso mi pongono è: “come fai ad avere tante persone che ti seguono e che apprezzano qualsiasi cosa tu pubblichi?” Ho stilato quindi un decalogo  con le mie dieci regole magiche.

  • 1) NON PUBBLICARE PIU’ DI TRE POST AL GIORNO. Il rischio è che invadendo la home, i contatti scelgano di non visualizzare più i tuoi post, oscurandoli, ( sempre se non ti cancellano direttamente).
  • 2) NON PUBBLICARE MAI TANTE FOTO TUTTE INSIEME, se non composte in un breve video o in un collage, perché il nostro occhio tende a visualizzare meglio una singola foto.
  • 3) EVITARE I POST TROPPO PERSONALI, con gerghi e allusioni che capiscono solo i tuoi amici, per tale tipo di condivisione ci sono i gruppi.
  • 4) EVITARE DI LAMENTARTI DEL TUO MAL DI TESTA, del traffico o del tempo, sinceramente sono post noiosissimi che porteranno soltanto tua sorella o tua cugina a chiederti in privato se hai già preso un’aspirina.
  • 5) EVITARE GLI HASHTAGS, che distraggono la lettura della frase , anche perché  sono utili soprattutto su Instagram e Twitter.
  • 6) METTERE SEMPRE UN LIKE A CHI TI COMMENTA, anche se avendone il tempo, è bello rispondere personalmente a ogni commento. E’ ciò che farà venire voglia la prossima volta ai tuoi contatti di seguirti ancora.
  • 7) Per quanto possibile, CERCA DI ESSERE GENEROSO ANCHE TU DI LIKES E COMMENTI, perché come nella vita, ciò che dai, poi ricevi.
  • 8) SE VUOI AUMENTARE I TUOI CONTATTI, chiedi amicizia nei vari gruppi, che cercherai apposta, a persone che abbiano la tua stessa passione: musica, poesia, sport, in modo che i tuoi post, avranno già un pubblico selezionato con cui avere un riscontro immediato.  Io per esempio, che amo scrivere, ho tra i miei contatti, scrittori, lettori incalliti, amanti della poesia e della letteratura in genere, con cui ci seguiamo vicendevolmente.
  • 9) EVITA DI RENDERTI RIDICOLO, mettendo il like ai tuoi stessi post e non scrivere frasi di altri senza citarne la fonte, ne perderai in credibilità e correttezza.
  • 10) In ultimo, il consiglio fondamentale: PRIMA DI PUBBLICARE QUALSIASI COSA, PENSACI! Non è il tuo blog segreto che fai per te stesso, in cui scrivi stupidaggini per passare il tempo, ma stai scrivendo per “condividere”, per cui, cerca di mandare dei messaggi interessanti, cerca di scrivere qualcosa di utile o di divertente, di profondo, qualcosa per cui l’utente, bombardato di link, abbia il desiderio di fermarsi a leggere o guardare, di mettere un like e persino di condividere, perché più verrai condiviso e più verrai letto.

EMOZIONI BLU’

11947606_10206823921470648_4981518230289528941_n Non c’è un senso più grande, è inutile cercarlo nel tempo che verrà. Il senso sono quelle emozioni, quei giorni così blu che il colore del cielo e del mare ti riempie gli occhi e ti sembra di nuotare, anche se sei sulla terra, che ti sembra estate anche se è inverno. Se riesci a far durare a lungo quelle sensazioni, sei un grande mago e la tua vita non sarà trascorsa invano…

L’AMORE AI TEMPI DI FACEBOOK

Una volta se a un ragazzo piaceva una ragazza doveva farsi coraggio: cercare di avvicinarla, magari eludendo le barriere di sguardi e  gelosie delle amiche, oppure telefonarle a casa, col rischio che rispondesse proprio il padre.  Nel momento in cui poi lei era davanti a lui, il ragazzo avrebbe dovuto parlare e inventare delle frasi originali e divertenti, con la bocca secca dall’emozione e il cuore palpitante di ansia.   Una volta però superate queste piccole grandi prove, se nasceva una storia, aveva un valore alto, perché a quella storia era legata l’attesa, il coraggio, la forza, la paura e infine il premio della conoscenza. Se ci pensiamo bene, le cose che ci siamo guadagnati con fatica, le consideriamo preziose, e prima di trascurarle o gettarle via, ci pensiamo bene e cerchiamo di tenerle custodite e protette.coppia cellulari    Oggi i ragazzi si conoscono attraverso un click, il massimo del coraggio   è richiedere amicizia su facebook e  poi magari scrivere un messaggio. Se lei accetta, e tra giovani lo si fa facilmente, è una cosa normalissima, e se poi lei ti risponde in chat, è ancora più plausibile, che male c’è in fondo. Cosi’ ci si ritrova magari a un primo appuntamento, senza averlo davvero desiderato, senza averlo potuto programmare  e aspettare a sufficienza. Si dicono parole sbagliate, si passa il tempo col cellulare in mano e, invece di creare la magia del momento, con sguardi e frasi profonde, cercando davvero di conoscere l’altro, si pensa a dove farsi il primo selfie insieme, e come postare il link del posto in cui si sta bevendo qualcosa insieme, per mostrarlo a tutti i contatti, senza pensare che quel qualcosa che si sta creando, potrebbe essere qualcosa di speciale, di segreto anche, che deve crescere piano piano e con attenzione, senza macchiarlo coi giudizi dei finti amici e con un’esposizione prematura che mette in evidenza il look, le marche d’abbigliamento, il fisico, a cui oggi si dà davvero troppa importanza. Col rischio che se quella foto del primo appuntamento non riceve i “mi piace” sperati, si pensa di non esser fatti l’uno per l’altra, e se il migliore amico invidioso, dice che la ragazza ha le gambe storte, non la si considera più la bellissima ragazza che ha fatto girare la testa e non la si cerca più, tanto ce n’è già un’altra pronta su whats app da contattare e a cui mandare una foto a torso nudo, per mostrare i pettorali depilati e il fisico palestrato.