IL NOME

Anche se adesso
ti ho ribattezzato col nome Amore
mi piace
intercalare spesso nei nostri discorsi
il tuo nome vero
e ripeterlo
anche quando non necessario.
Mi piace pronunciare quelle lettere
che ti hanno accompagnato
dalla tua infanzia ad oggi,
mi piace pensare che i tuoi genitori
hanno formulato il tuo nome
per sceglierlo
quando ancora non eri al mondo
e lo hanno ripetuto più volte
quando eri talmente piccolo
da non sapere ancora che fosse il tuo.
Mi piace chiamarti ad alta voce
allo stesso modo in cui ti hanno chiamato le maestre
i tuoi compagni di scuola
e le tue fidanzate
quando io ancora non
ero entrata nella tua vita.
Chiamo il tuo nome
per tutte le volte
che non ho potuto farlo prima
quando quelle lettere
messe insieme
non erano nulla per me
mentre invece adesso
sono il tutto.

Miriam Messina

VORREI VEDERTI ARRIVARE

Vorrei vederti arrivare, senza telefonino e senza giacca, con le mani sporche di lavoro e fatica, con i jeans strappati per la voglia di venire da me, con i capelli più lunghi del solito e un brutto cane affettuoso, adottato lungo il cammino. Vorrei vederti senza occhiali firmati e con un paio di scarpe vecchie ma comode, vorrei che parlassi solo con me senza guardarti intorno, senza pensare a ciò che devi fare dopo. Vorrei te, come eri in quella foto da bambino, col tuo vero nome e il tuo vero cuore.outlet-camicie-jeans-denim-uomo

IL NOME

Ascoltare il nostro nome pronunciato dalla persona che amiamo, è come ascoltarlo per la prima volta, è come risvegliarsi da un coma, ancora con gli occhi chiusi, e sentire qualcuno che chiama il tuo nome e ti riporta alla vita..10154093_10202968717532959_1606866934_n