7 TAPPE

Le altre donne non possono essere tue rivali, ma al massimo tue amiche, perché tu sei unica, e anche se oggi hai qualche chilo in più, anche se ti senti demotivata nella tua vita professionale, è soltanto un momento, ma presto ti rifarai. Comincerai a mangiare meno, a camminare, a fare le scale a piedi, parcheggiare l’auto più lontano. Poi comincerai a imparare cose nuove e rimetterti in gioco sul lavoro, insomma sarai la migliore te stessa che hai sempre immaginato. Comincia sin da ora a scrivere un diario con le prime tappe che vuoi conquistare, ma attenzione, non commettere l’errore che fanno tutte: inizia a piccole dosi, anche uno step minuscolo al giorno. In una settimana saranno 7 step. Datti un piccolissimo, ma proprio minimo, traguardo da perseguire già da domani, poi un altro per dopodomani, senza pensarci troppo, ma con la convinzione di farlo e basta. Vedrai che mercoledì sera, a quest’ora, avrai fatto 7 piccole cose in più.
Qual è la prima tappa che hai segnato per domani?: scrivilo sotto nei commenti.

DATTI VALORE

Non puoi aspettare che sia un uomo a darti valore ma devi essere tu a corrispondenti con lui come una donna che sa di valere. Ciò non significa che tu debba essere presuntuosa o arrogante, ma semplicemente conscia di ciò che sei. La dolcezza e la gentilezza non vanno perse mai, perché essere donna è eleganza e femminilità prima di tutto.
109692443_1523797911114194_2155877625829532488_n
– Miriam Messina

IL CONTROLLO

Spesso sento donne o ragazze dire: ” mi amava cosi tanto, era così presente, mi diceva di non guardare altri uomini, sapeva sempre a che ora ero in chat, chiedeva a che ora uscissi, a chi avevo incontrato. Se semplicemente gli parlavo di un amico, era gelosissimo, voleva che uscissi solo con lui. Insomma era presente e innamorato”.
A detta loro.
Poi di improvviso è sparito, si è innamorato di un’altra. Come è possibile?
È possibile! Per il semplice motivo che lui non era innamorato, voleva semplicemente plagiarvi e controllarvi, per rendervi dipendente da lui e staccarvi dai vostri progetti, dalla possibilita’ di fare nuove conoscenze, di migliorare come persone e progredire nel vostro cammino.
Voleva ingabbiarvi, per avere il controllo ed essere sicuro della vostra fedeltà.
Quando voi, per amore, lo avete ascoltato e siete diventate serissime e senza entusiasmo per farlo contento, non avete indossato più abiti corti e scollati, per dimostrargli che volete piacere solo a lui, si è stufato, perché siete diventate noiose e prevedibili e ha perso la testa per una nuova ragazza, più allegra, più sorridente, vestita elegante, piena di amici e di voglia di fare e con una personalità sua.
Come eravate voi una volta.
Ecco perché noi donne non dobbiamo confondere l’innamoramento con il controllo.
Se un uomo vi ama, sapete come ve lo dimostra? Cercando di capire quali sono i vostri sogni e aiutandovi a realizzarli per fare di voi delle donne felici.
Questo è l’amore.
– Miriam Messina

IL TUFFO

Ti era stata data quell’occasione per vivere l’amore. C’era quella ragazza che a baciarla potevi starci anche delle ore, e non ti stancavi, era come il caffè, che se anche lo gustavi spesso, ne avevi sempre voglia. C’era quel modo in cui prendersi per mano non sembrava ridicolo, ma giusto. C’erano le sue risate, mentre tu fumavi le tue sigarette e pensavi che quel gioco doveva finire, perché avevi cose importanti a cui pensare. Adesso che sei vecchio, fumi ancora la tua sigaretta, ma una storia come quella non l’hai vissuta più. Perché la vita passa, lavorando, organizzando, programmando, ma se tornassi a essere giovane ti prenderesti quell’amore senza rimandare , perché la sensazione bella di baciarsi sulla bocca, è come quando ti tuffi a mare: pensi che lo farai sempre, che è normale, invece poi non lo fai più. Vai al mare, prendi il sole, fai il bagno, ma senza tuffi. Ti metti con una, ci vai a cena, a letto, ma la baci poco, quel tanto che serve, quando serve.
– Miriam Messina