SONO FRANCESCO

Ciao io sono Francesco
e il 9 maggio 2019
sono diventato un angelo.
Beh, così stanno dicendo tutti
e non voglio contraddirli.
A dire il vero avrei preferito
rimanere un ragazzo in carne ed ossa
e restare a casa mia, con la mia famiglia,
andare a scuola, uscire con i miei amici e non lasciare sola la mia ragazza.
Invece adesso sono qui,
in paradiso,
anche se,
io in paradiso ci stavo già
perché vivevo a Ischia.
La mia isola è meravigliosa
e io vorrei che non cambiasse,
avevo già notato che tante cose
stavano peggiorando e
soffrivo per tante ingiustizie
e inciviltà di cui ero testimone
ogni giorno.
Quella sera stavo tornando a casa,
ero sul mio scooter,
un’auto è entrata nella mia corsia
e mi ha investito.
Mi dispiace per mamma
perché quando leggerà questa lettera,
soffrirà ancora
e vorrei che trovasse un poco di pace.
Mio padre ha ascoltato la mia voce
e sta lavorando a un grande progetto
che potrà salvare molte vite.
Mio padre sa cosa fare,
è il mio papà e mi sono sempre
fidato di lui.
Ha fondato un gruppo:
“Salviamo Francesco e gli altri angeli”
per sensibilizzare ogni singola persona,
sul gravissimo problema della guida
sregolata a Ischia.
Ogni volta che uscite di casa,
mettete in moto l’auto,
lo scooter, il furgone, la moto,
l’autobus, il taxi, il camion,
rendetevi conto che
avete un’arma,
che in pochi secondi,
potrebbe togliere la vita
a un bambino, a una donna,
a un uomo, o a un ragazzo di
17 anni come ero io.
Pensateci.
Basta un secondo.
Che fretta c’è?
Rallentate, anzi se possibile
evitate di intasare il traffico, se
non è necessario,
fate più commissioni nello stesso giorno,
andate a piedi per quanto è
possibile, evitate giri inutili.
La vita è così bella.
Voi me l’avete tolta
e non avevate il diritto.
Perlomeno adesso
cercate di salvare la vostra bella isola,
che sta morendo nello smog.
Smettetela di essere così indifferenti,
di pensare solo al vostro orticello,
senza ideali e senza sogni,
cercate di cambiare il mondo
e di farne un posto migliore,
ognuno di voi può farlo.
Io non posso più.
Fatelo in memoria mia.

– Miriam Messina

in memoria di Francesco T64272150_1964221277010963_8430292422839238656_naliercio

5 pensieri su “SONO FRANCESCO

  1. Buon viaggiom, Francesco…se non altro, ora da lassù sarai al riparo da tutte le brutture, le ingiustizie che cisono qui in terra… Un saluto e condoglianze alla tua famiglia, che hanno visto spezzarsi una vita così, la vita del loro figlio, che aveva tutta la vita davanti a sé da vivere, per realizzare i suoi progetti per un mondo migliore… 😦

    "Mi piace"

  2. Chiaramente condivido le parole e i sentimenti di Francesco e non ci sono parole per ciò che ha subito.

    Nei giorni in cui sono stato a Forio d’Ischia mia moglie ed io spesso commentavamo indignati la velocità con cui sfrecciavano auto, moto e motorini. Una mattina mnetre ero vicino all’edicola per poco non sono stato investito da una bicicletta elettrica … cosa che mi ha basito. Il tizio era grosso e veniva tranquillamnete a forte velocità dall’altra parte della corsia e con una mano teneva il manubrio e con l’altra il telefonino … e con quella sufficiente da cretino.

    La notozia della morte di Francesco l’ho appresa adesso leggendo il tuo post e parlandone con mia moglie anche lei mi ha detto che è una notizia che ha letto sul mattino.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...